mercoledì, febbraio 28, 2007


Per Cagliari domani e' il giorno dello Switch Off.
Circa 560 mila abitanti del capoluogo e di 122 comuni dell'hinterland potranno usufruire solo del DTT (Digitale Terrestre) per vedere Raidue, Rete4 e Qoob. Poi sara' possibile vedere tutti canali TV solo sul DTT, poi sara' cosi' per tutta la sardegna, poi per la Valle d'Aosta, ed entro il 2012 per tutta l'Italia. Ma nel 2012 si guardera' ancora la TV in modo passivo, facendo zapping con il telecomando?...?

11 commenti:

avy ha detto...

mmh... nel 2012 secondo me sì, riforma delle pensioni a parte lo zapping resterà una delle attività preferite degli aderenti alla terza e quarta età.

nel 2042 invece non so... spero nel teletrasporto.

didi ha detto...

secondo me la tecnologia viaggia velocemente e richiede il movimento...quindi nel 2012 anche italia correrà...e c'è anche il caro Steve Jobs che con la sua appleTV rivoluzionerà parecchio.

http://www.apple.com/quicktime/qtv/mwsf07/

non vedo l'ora che arrivi il teletrasporto e spero che sia prima che dopo...mi dispiacerebbe teletrasportarmi a NY con la dentiera e bastone accidentalmente finiti a Shanghai.

Anonimo ha detto...

a me sembra una cagata l'imposizione del digitale terrestre

Andrea ha detto...

La domanda è:chi ha bisogno del digitale terrestre?

Nel 2012 temo sarà tutto come adesso, ma confido nel sempre maggior potere che la tecnologia dà agli utenti....

BIGOUT ha detto...

didi, avevo visto lo speech di jobs..sembra una lezione di public speaking!
speriamo nel teletrasporto, a quel punto chissa' ryanair come si attrezera'...

BIGOUT ha detto...

Ciao Andrea! Credo che abbiano bisogno del DTT gli editori che permettono una pluralita' all'oligopolio che c'e' adesso come il Gruppo l'Espresso e TI Media....

Confido anch'io come te nel sempre maggior potere che la tecnologia ci da'...

didi ha detto...

ciao cris.

il fatto che steve jobs sia American già suppone determinate impostazioni.

hai visto la presentazione di alofthotels? sono già su second life. trovo che sia un'operazione marketing geniale: prima nella vita virtuale per poi passare a quella reale.

credo che second life sià semplicemente l'inizio di una nuova era...altro che il DTT.

hai ragione, devo aggiornare il mio blog invece di invadere il tuo con altri argomenti!

Andrea ha detto...

Ciao Cris,
sicuramente il DDT può rappresentare una crepa nel muro dell'oligopolio della tv analogica e satellitare Sky (dove ci sono sì molti canali, ma scelti a monte da un unico soggetto).
Quanto credi che questo sia possibile in una situazione in cui sono gli stessi oligopolisti a 'spingere' (quanto?) il passaggio al DDT?
Resta comunque valido che più frequenze significano maggiore pluralità....almeno di offerta.....la qualità è un'altra cosa.

BIGOUT ha detto...

@ didi e andrea:
concordo con voi, il dtt e' solo un'altra opzione...un'altra piattaforma, ma per adesso (dopo ormai qualche anno) non sta' dando segnali interessanti in termini di innovazione.

barbi ha detto...

...pensate che meraviglia il digitale terrestre..... occorrerebbe un decoder per ogni televisore posseduto.....
Ora che ci hanno oscurato solo 2 canali, il danno è ridotto.... e poi?

BIGOUT ha detto...

ciao barbi! ben venuta tra i commentatori di bigoutblog