sabato, dicembre 22, 2007

Evelina Manna, il numero lo trovi su internet


L'Espresso ha pubblicato l'audio dell'intercettazione telefonica tra il direttore generale della Rai, Agostino Saccà, e Silvio Berlusoni.

Come dice Beppe Grillo, -ascoltatela a digiuno per non vomitare-.

giovedì, dicembre 20, 2007

Guerrilla Gardening


Bell’idea!

In città come Milano, in mancanza dell’intervento della pubblica amministrazione serve il contributo nostro e di attività come questa.


Guerrilla Gardening si oppone attivamente al degrado urbano agendo contro l'incuria delle aree verdi. L'attività principale del gruppo è quella di rimodellare ed abbellire, con piante e fiori, le aiuole e le zone dimesse o dimenticate della città.

Io mi sono appena iscritto.

domenica, dicembre 16, 2007

Lo spot come intrattenimento

E' nato SENZAMEDIA, sito dedicato resclusivamente agli spot pubblicitari.

L'obiettivo è dare gli spot in "pasti" agli utenti per votarli, inviarli...e speriamo a breve mettano anche la possibilità di inserirli nei propri blog e pagine personali.

Interessante progetto, che ha a capo Alberto De Martini, a.d. di Red Cell.
Via blog.adc.it

giovedì, dicembre 13, 2007

VBS.tv la boutique creativa di MTV


Vice Magazine, in Italia e ancor di più a Milano è un magazine conosciuto e letto da chi appassionato di musica, nightlife e sport freestyle, o per altri è conosciuto per le belle feste che spesso fa.
Da circa un anno Vice Magazine ha una estenzione del suo brand: VBS.tv sito dove distribuisce contenuti video, presenti anche su su YouTube.

I contenuti di Vice e VBS.tv sono caratterizzati da irriverenza, scorrettezza e per essere controcorrente. Esempio: Heavy Metal in Baghdad, documentario su una band di Baghdad; o un super servizio sul mondo tossico in Virginia.

MTV Networks gigante dell’intrattenimento per i giovani, ha recentemente stretto un accordo con VBS.tv per finanziare e poi trasmettere i video più interessanti in TV.

Le piccole realtà come VBS stanno diventando dei laboratori creativi per i giganti dell’intrattenimento.

lunedì, dicembre 10, 2007

Il tempo della televisione sostituito dal tempo del pubblico.


Il satellite, il digitale terrestre, la tv sul telefonino, l’iptv, poi YouTube e Joost, Babelgum ed infine il podcasting.

Piattaforme tv, contenitori video e sistemi web di distribuzione di contenuti video, questi per lo più frammentano la fruizione video degli italiani in più piattaforme eliminando le barriere del dove vedere i contenuti e quando vederli.

La tv analogica resta il mezzo principale con il maggior numero di utenti, ma con grande perdita di audience e di credibilità; dalle utilem rilevazioni del Censis gli italiani si vergognano, quasi, nell’affermare di vedere la TV.

La tv tradizionale che si impone con un palinsesto è sostituito da un insieme di palinsesti, organizzati in base agli interessi del pubblico, come scrive su Novà Luca De Biase, il tempo della televisione è sostituito dal tempo del pubblico.


Tra le prime conseguenze economiche c’è il crescente calo degli investimenti in TV, Settembre ’07 -1,6% ed Internet +43,5%.

Nascono nuove offerte di fruizione video gratruiti su i cellulari, è il caso di Vodafone, con Vodafone Podcast, il primo podcast in versione mobile ideato per ricevere il meglio delle trasmissioni TV (ed altro) sul proprio cellulare. In Inghilterra Endemol crea ad hoc per la compagnia telefonica O2 il thriller per mobile “CELL”.

E su Internet nasce e diventa di culto la serie di episodi QuarterLife

giovedì, dicembre 06, 2007

Bolla 2.0


Facebook è valutata 15 miliardi di dollari e la Ford 16 miliardi, questo significa che siamo nella fase della bolla 2.0?
Questa volta i soldi della bolla non sono quelli dei piccoli risparmiatori, ma delle aziende che acquistano startup della new economy.
Thanks to Luca de Biase

lunedì, dicembre 03, 2007

Serial Video+Social Network = Quarterlife

Se il tempo dedicato all'intrattenimento si sposta sempre di più verso il web, con ascesa dei social network e dei video online; l'espressione di questa direzione è rappresentata da Quarterlife.
Quarterlife è per i creativi un mondo di riferimento per l'intrattenimento e per il proprio lavoro.

Per l'intrattenimento c' è un serial web, di ottima qualità video distribuito anche su MySpace, basato sulle esperienze di un gruppo di creativi.
Per il proprio lavoro il sito funge anche da social network, con uno spazio per creare il proprio portfolio, gestire i propri lavori e condividerli con altri creativi.

giovedì, novembre 29, 2007

iSpot


iPhone spot - Crea il tuo blog con audio, foto e video su www.mtv.it!
E’ proprio così, ovunque, ne parlano così.

mercoledì, novembre 28, 2007

Sicilia 2.0, l'opportunità mancata


L'ARS ed il suo Presidente Gianfranco Miccichè hanno portato a Palermo il gotha dell'innovazione su i media digitali come Google, Apple, Yahoo, Expedia, Vivendi, per il convegno Sicilia 2.0; il riscontro della città non è stato altrettanto forte. L'Università di Palermo ed il suo Rettore non hanno colto l'opportunità, non hanno coinvolto e comunicato agli studenti che per un giorno all'Università di Palermo sembrava di essere all'Università di Stanford.

mercoledì, novembre 21, 2007

Sicilia 2.0 (seconda puntata)


Internet è cambiato. Sicilia 2.0. Sviluppo, lavoro, opportunità per le imprese

Delle novità della Sicilia e l’attenzione sul web 2.0 ne avevamo già parlato.

Il 26 Novembre ci sarà un convegno su come internet puo’ essere utile per i siciliani e le piccole e medie imprese siciliane

Interverranno Gianfranco Miccichè, Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana; Giuseppe Silvestri, Rettore dell’Università degli Studi di Palermo; Franco La Mantia, Preside della facoltà di ingegneria; Enzo Biagini, amministratore delegato di Apple Italia; Stefano Hesse, communication manager di Google Italia; Stefano Ponari, online marketing manager di Expedia; Paolo Liguori, direttore del TGCom; Luigi Crespi, spin doctor; moderatore Andrea Cabrini, direttore di Class Cnbc.

Il dibattito darà modo ad ogni relatore di presentare la propria versione del web 2.0 e attraverso case studies

Credo che la Sicilia sia terreno assetato e fertile per convegni del genere, e spero sia il primo di una lunga ed interessante serie.

Del convegno ne parlano anche Rosalio e NextMimic.

domenica, novembre 18, 2007

ART FOR BUSINESS


Il 23 ed il 24 Novembre a Milano. 48 ore di incontri, business art workshop, seminari e serate d’arte. Si parlerà di creatività, arte e brand communication, innovazione e corporate identity con arte; con nomi illustri tra cui Vittorio Sgarbi, Carlo Puri Negri e Maxwell Anderson direttore dell’Indianapolis Museum of Art, uno dei cinque maggiori musei degli USA. Qui per maggiori informazioni: http://artforbusiness.it/ita/relatori.html
Arte, Innovazione e Creatività, peccato non potrerci andare.


The G-Software for every Phone


“L’innovazione trova terreno sempre più fertile fuori dai laboratory e vicino agli utenti”, evidenzia Tero Ojanpera, Chief Technology Officer di Nokia.

Con quest’ottica è nato il progetto di Google: Android.
Google sta provando a movimentare il mercato mondiale della telefonia mobile dando accesso gratuito al suo software, ricavandone guadagni dalla pubblicità.
Android è il nuovo software –aperto- realizzato da Google. E’ aprto perchè ogni sviluppatore puo’ creare delle applicazioni da utilizzare, proprio per promuovre quella creatività che arriva dal basso, Larry Page in persona promuove un contect per la migliore applicazione in un video dove spiega le prime funzionalità che ha il software Android.
La presenza di Google nel mondo mobile permetterà da subito la sinergia di tutte le applicazioni da utilizzare sul telefono cellulare.

MOBILE DOLLARS


Non esiste simbolo più ovvio o universale del progresso tecnologico che il telefono cellulare.
In qualsiasi parte del mondo è il –device- tecnologico più diffuro, ad oggi nel globo se ne contano 3 miliardi, numero in costante crescita.
Dopo il recente periodo di fusioni ed acquisizioni nel mondo del web, adesso l’attenzione si sposta su la telefonia mobile.
Il business non è più la trasmissione di dati, l’esempio come primo passo l’ha fatto 3, grazie all’accordo con Skype.
L’attenzione è dedicata alle applicazioni che si possono avere sul telefono cellulare, applicazioni ancora in divenire, ancora e per lungo tempo in BETA.
Nokia ha realizzato il Nokia Beta Lab, http://www.nokia.com/betalabs/applications, interamente dedicato ai concept e alle idee su cui la comunità degli sviluppatori finlandese è attualmente al lavoro.
La necessità di mobilità è anche per gli utenti dei socialnetwork, già aSmallWorld ha realizzato la versione light per navigare dal BlackBerry, all’indirizzo www.asmallworld.com/mobile e recentemente il produttore di BlackBarry ha lanciato un software studiato appositamente per Facebook, che permette agli utenti di navigare al meglio sul socialnetwork più in voga del momento

giovedì, novembre 15, 2007

Hdemia festeggia l'inizio dei corsi


Accademia di Comunicazione festeggia così l'inizio dei nuovi corsi.
Qui il link: http://web.hdemia.it/rolling/

martedì, novembre 13, 2007

You learn stuff by doing it, not viewing it.


Qualche settimana fa ho avuto il piacere di assistere ad una presentazione di Russell Davies (la sua pagina su Flickr è sempre ricca di nuovi spunti) che ha una società molto interessante e dinamica, Open Intelligence.
Dalla sua bizzarra ed eccellente presentazione ecco i punti chiave riguardo l'approccio al marketing ad alla comunicazione:

- se tu/la marca non puo' essere interessante al target di riferimento, allora che sia utile
- puoi avere una buona idea, dopo aver avuto tante idee
- fai diventare i tuoi clienti, tuoi partner
- tu impari le cose facendole, non guardandole fare

Let's practice!

lunedì, novembre 12, 2007

4,000 allo IAB



Presentazione di Layla Pavone, Presidente IAB Italia

- 24 Milioni gli utenti unici in Italia, Ottobre ‘07
-
Di cui il 70% con banda larga, che godono quindi di una più completa esperienza sul web e spendono più tempo sul mezzo.
-
Nel tempo dedicato al consumo mediatico, gli utenti a banda prediligono il web, a discapito degli altri mezzi, in primis TV
-
Il 47% degli utenti a banda larga legge principalmente le news online, piuttosto che su carta stampata
-
Internet ADV:
o
Jan.-Aug 2006: 115 Milioni di Euro
o
Jan.-Aug 2007: 165 Milioni di Euro
o
’07 vs ’06: + 42%
-
I vantaggi dell’ADV OnLine vs TV:
o
Targeting (grazie alla tecnologia)
o
Bettter brand Experience
o
More call to action
o
Traking (grazie alla tecnologia)
o
Better ROI (grazie alla tecnologia)
-
La Brand su internet e su i social media (myspace, e communities):
o
Da Brand Experience a Brand Engagement
o
+ valore del messaggio
o
+ valore dell’esperienza
o
+ valore di chi lo comunica
o
Conseguenza: maggior valore del progetto

MEDIASET, Yves Confalonieri

I digital media di Mediaset:
-
Internet;
-
Telefonia mobile;
-
Teletext;


Internet

Due portali video di riferimento:
-
Mediaset Video: http://www.video.mediaset.it/
- Rivideo:
http://rivideo.mediaset.it/
- Talent1:
http://www.talent1.mediaset.it/

Mediaset Video: http://www.video.mediaset.it/
-
10 Milioni di video visti al mese
I Plus del portale:
-
Interviste esclusive
-
Contenuti solo web
-
Sperimentazioni

Rivideo: http://rivideo.mediaset.it/
-
Video On Demand;
-
Streaming live di eventi
- Possibilità di rivedere a pagamento, le puntate televisive dei migliori serial TV

Talent1: http://www.talent1.mediaset.it
-
Community video
-
Contenuti moderati
-
Sito internet di un programma TV
-
Promozione di recruiting video di utenti dal 26/07/07, totale video ricevuti entro il 31/10/07: 3,000

Telefonia Mobile
-
150,000 abbonati a servizi di SMS

Teletext
-
Mediavideo

Sl teletext vengono realizzati editoriali e attività di dislpay advertising

RAI NET, Gianluca Stazio e Pieranna Calvi
I digital media di Mediaset:
-
Mobile;
-
Podcast;
-
IPTV
-
Internet

E’ in progetto di mettere in streaming free sul web: Rai 1, Ra 2 e Rai 3

- Rai ha 350 siti web che rappresentano i siti dei differenti programmi o iniziative, tutti hanno il suffisso: “.rai.it”

La case study presentata è quella relativa a Second Life e L’isola dei famosi: http://www.isolasl.rai.it/

- Degli avatar hanno replicato il format televisivo.
- Esperimento condotto da Rai Net e Magnolia
- Un format partecipativo
- Una location unica (su SL)
- Partner innovativi
- Il primo virtual reality show
- Sponsor dell’evento: Costa Corciere, cliente molto attivo nel metamondo, presente con una propria sede. Gli avatar che volevano visitare l’isola potevano farlo soltanto andando in crociera sulla speciale nave realizzata per l’evento.

- la maggiore visibilità è stata fuori dal metamondo, con i video realizzati ad hoc per farli fruire al popolo della rete e poter metterli nelle condizioni di utilizzarli come contenuto per i propri blog e pagine personali. Nei video, lo sponsor era pèresente con il bb di apertura.

Assocomunicazione, dati e valori su i digital media

- Nuovi parametri di valutazione del web: U. Unici e permanenza media; a differenza delle pagine viste; anche grazie alle nuove modalità di realizzare i siti, dove il numero di pagine viste diventa meno rilevante.

- Nel mercato USA, la Web ADV:

o Nel 2010 la display adv (tabellare) aumenterà del 60%

o I video ADV su internet: + 550%

Dati e spunti interessanti durante il convegno IAB Forum
-
Aprile ’06 vs Aprile ’07: - 13 % audience per la TV generalista
-
Il consumatore sul web è il testimonial della marca
-
Ci sono blog in italia che hanno più utenti/lettori di testate giornalistiche
-
Il 50% degli abbonati al Sole 24 Ore non legge più di 1 articolo al giorno (dati de Il Sole 24 Ore)
-
Dei 24 Milioni di u. unici al mese sul web, c’è una crescita costante del 3,5%
-
Media di ore di navigazione/mese per utente: 18 ore
-
Il presidente di ISOBAR (divisione digital di Carat) pubblica sulla intranet aziendale un podcast con le nuove strategie.
-
Non esistono più target o audience, ma community

giovedì, novembre 08, 2007

Google goes mobile


Why Does Google Care About Mobile?
Because there are more mobile phones than PCs
Anche su questo fronte Google innovazione.

lunedì, novembre 05, 2007

L'economia della Conoscenza


Dicono che l'innovazione sia la nuova ricchezza delle nazioni. E che la creatività sia il nuovo motore di un'economia chiamata, un tantino pomposamente, economia della Conoscenza.
Dicono che le idee creative siano il frutto di una specie di sinfonia sinaptica, un'armonia di funzioni cerebrali che trasformano la fatica neuronale in ispirazione.
Le molte idee creative che hanno partorito internet e il web e Google e tutto il resto, hanno solo inventato un sistema per consentire a tutte le idee del mondo di diffondersi più rapidamente.
Tratto da Novà del 18 Ottobre 2007

Social network, blog, sistemi di peer to peer, il facile accesso a tecnologie sofisticate che permettono di far esplodere ed esaltare la creatività; sono questi alcuni aspetti interessanti che danno un motivo valido agli utenti di passare ore davanti al web, "togliendo" del tempo ai giornali ed alla tv.

lunedì, ottobre 29, 2007

BigoutBlog dall'iPhone


domenica, ottobre 28, 2007

Il Testimone di MTV


Puntata #1, parte 2 - Crea il tuo blog con audio, foto e video su www.mtv.it!

Mafia, Raket, Pizzo, Palermo, Gela, Corleone. Queste le tematiche del video.
E' appena partito
IL TESTIMONE, il nuovo programma di MTV Italia.
Un punto di vista differente su città personaggi e stili di vita.

IL TESTIMONE oltre a poterlo vedere in TV ha un
blog arricchito da post di testo, audio e video, di cui è possibile vedere tutte le puntate.
Il programma è possibile scaricarlo in podcast sul proprio iPod.

giovedì, ottobre 25, 2007

Protecting Copyrights


La CBS, Dailymotion, Fox Entertainment, Microsoft, MySpace (dove è appena partita la nuova serie di video "Roommates"), NBC Universal, Veoh.com, Viacom e la Walt Disney. I nomi più forti del panorama mediatico mondiale si sono uniti per un progetto di educazione verso gli utenti che uploadano contenuti sul web.
I principi di rispetto del copyright si trovano su www.ugcprinciples.com

The future goes bicycling


Pare che la bicicletta stia sensibilizzando menti creative, riempendo sale per convegni, cinema per proiezioni e blog con posts!
INBICI, è la prima conferenza nazionale della Bicicletta, che si terrà a Milano il prossimo 9 novembre, per tre giorni.
Cristina e Qoob promuvono il Bicy Film Festival.
...ed io da un paio di mesi giro in bici per Milano.

venerdì, ottobre 19, 2007

The Shift


Il mondo cambia, è questo il titolo dei giorni che trascorriamo.
Gli investimenti pubblicitari su Internet galoppano a +42%, nel mese di maggio oltre 6 milioni di persone hanno utilizzato il proprio telefonino per altre attività, quali effettuare beneficenza e donazioni o partecipare a televoti, concorsi ed estrazioni; ed infine il cellulare per 800 mila italiani è stato utilizzato per navigare via wap o internet.
Sono 25 milioni gli italiani che hanno acquistato nel 2006 prodotti finanziari, di questi il 76% ha navigato in rete per raccogliere dati necessari per comprare prodotti “finance”.

The Shift.
Da una ricerca presentata da FullSix, si evince che il 52% degli italiani fa altro mentre guarda la televisione, di cui il 25% è online.
Il cambiamento è generato dalla tecnologia con impatto sul sociale spostando gli asset mondiali dove la componente “Tecnologia” è forte.
L’esempio lampante è che la Hon Hai Precision una società di Taiwan è considerata da Forbes la quarta società hi-tech migliore al mondo. L’iPhone delle Apple è solo l’ultimo gadget prodotta dal colosso taiwanese Hon Hai Precision.


Spunti interessanti, d'innovazione.

L'estensione del sè


lunedì, ottobre 15, 2007

Tutte le caratteristiche dell'ecosistema


Riporto un interessante analisi/mappatura dei social network visti come un ecosistema.

  • L'appartenenza identitaria: ASmallWorld, Second Life, MySpace, Match.com
  • Il sistema di referenze personali: Linkedin, Facebook
  • Il flusso comunicativo/relazionale: Skype, YouTube e le piattaforme di IM
  • La promuzione collaborativa: Wikipedia, Flickr, il social bookmarking Del.icio.us
  • La piattaforma transazionale: eBay, Zopa, Amazon

Contemporanea presenza di motivazioni individualistiche ed altruistiche, di leadership attiva e di identificazione e fruizione passiva, spiazza coloro che pensano di poter applicare le tecniche del marketing convenzionale.

Fonte: Novà, giovedì 11 Ottobre '07

venerdì, ottobre 12, 2007


...a very good news!

mercoledì, ottobre 10, 2007

Ragazza My Space


Uno spaccato di una parte dei giovani Italiani, che cosa fanno, come vivono, è stato riassunto in una canzone, da i diodellalove, qui per acoltare il brano

sabato, ottobre 06, 2007


Un evergreen dagli archivi del programma TV siciliano Opinion Leader.
Datato 1998, un'analisi della rinascita di Palermo con il convegno Civitas International.
Non è un video che tratta le tematiche classiche di BigoutBlog, ma in un certo senso tratta di una matrice di innovazione e cambiamento di una città forte come Palermo.

venerdì, settembre 28, 2007

Sicilia 2.0

Se la tecnologia è considerata una delle opportunità per il mezzogiorno ci sono realtà che ne sono più consapevoli e cercano di coglierla in quanto tale. In Sicilia l’Assemblea Regionale Siciliana con provincie e comuni sta portando avanti alcuni progetti digitali, tra cui Wi-Fi e Second Life

PALERMO in WI-FI
Non c’e’ ancora nessuna città al mondo completamente wi-fi, quindi con connessione senza fili a banda larga gratuita, Palermo pero’ vorrebbe questo primato e ha incominciato a coprire in wi-fi due piazze, la prima Piazza Maggione, nel centro storico e più turistica, la seconda Piazza del Parlamento, più nel centro della vita lavorativa palermitana.
Altre aree sono in progetto di copertura nel brevissimo tempo.

ARS & SECOND LIFE
Second Life, argomento caro a BIGOUTBLOG, è un metamondo, un mondo virtuale, dove circa 1,000,000 di italiani si incontrano, discutono e fanno business attraverso i propri avatar, e nel mondo sono già iscritti più di 10 milioni di persone.
Aziende come Adidas aprono il proprio shop virtuale per vendere scarpe, oppure Accenture lo utilizza per fare colloqui di lavoro; invece realtà più istituzionali come Regione Toscana, lo stato della Svezia, Barak Obama, Hillary Clinton, Segolene Royal, e molte altre realtà politiche accedono su Second Life generalmente per due motivi principali: sperimentare nuove forme di relazione con il cittadino/utente attraverso i media digitali, e conseguentemente realizzare delle attività di democrazia partecipativa, democrazia che parte dal “basso” dagli utenti/cittadini.

Così l’Assemblea Regionale Siciliana ha annunciato di entrare su Second Life con un’isola a forma di Sicilia così da sperimentare nuove forme di relazione e di democrazia partecipativa ed inoltre “beneficiare del metamondo come strumento per far conoscere la Sicilia, i suoi musei, le sue inestimabili opere d’arte garantendo ai residents un esperienza unica, che ha lo scopo dichiarato di attrarli in first life nella nostra splendida terra” ha dichiarato il Presidente dell’ARS, Gianfranco Miccichè nell’intervista rilasciata a MySecondLife.it, e cui cui spesso parla nel suo blog.

Questo progetto legato a rendere virtuale ed accessibile a tutti la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana mi vede coinvolto in prima persona coordinando il progetto insieme ad Accademia di Comunicazione; in quanto siciliano ho a cuore e credo con fortemente che questo progetto, finanziato con i fondi dell’ARS destinati agli investimenti nell’area tecnologica, possa dare un concreto beneficio, su differenti fronti, alla Sicilia ed ai siciliani.

Quest’attenzione verso le nuove tecnologie ha già riscosso interesse da parte di aziende e multinazionali, rendendo più fertile la nascita nel capoluogo siciliano di figure professionali legate al mondo delle tecnologie digitali con nuovi mestieri che stanno nascendo, grazie anche a relazioni e potenziali collaborazioni con università siciliane e non.

martedì, settembre 25, 2007

SORPASSO ALLA TV ANALOGICA


Le famiglie europee con tv digitale sono 83 mln
Le famiglie che ricevono servizi di tv digitale sono circa 83 milioni sui 166 milioni che popolano
i 20 Paesi dell’Europa Occidentale.

A fine giugno 2007 le famiglie in grado di ricevere servizi televisivi in tecnica digitale erano
il 48% del totale.

L’Italia è l’unico Paese europeo in contro tendenza che mostra una netta frenata.

Al giugno 2007, con 2 milioni di abbonati alla pay tv via Adsl, la Francia rimane il principale, quasi l’unico, Paese di successo della IpTv in Europa.
Segue la Spagna con quasi 500 mila abbonati.
More infos at: http://www.e-mediainstitute.com/

In materia di Tecnologia ed Innovazione, ormai le notizie sono omogenee: la Spagna sorpassa l'Italia ed in questo caso, anche in controtendenza con valori in decrescita.
Digitale Terrestre significa avere nel telecomando più di 8 canali nazionali, avenre anche 500, avere canali a pagamento e canali free italiani ed internazionali.
Rispetto ad oggi, significa anche pluralità di informazione (non più duopolio mediaset-rai) e maggiore offerta di contenuti.

mercoledì, settembre 19, 2007

MTV Day


Quest'anno l'MTV DAY è stato 10 volte più bello. 10 anni di storia.
A Milano e Roma, con i Negramaro che hanno chiuso a Roma, Carmen Consoli, Jovanotti grande star che era di pomeriggio a Milano e di sera a Roma.
Grandi festeggiamenti con artisti e VJ, 123 artisti si sono susseguiti su i palchi.


The New York Times ha annunciato che renderà gratuito l’accesso al suo sito online, finora a pagamento, riconoscendo che gli introiti pubblicitari possono compensare ampiamente la perdita di abbonamenti.
Chi sarà il prossimo?

mercoledì, settembre 12, 2007

Cadbury goes viral


E' viral perchè è stupido o perchè fa sorridere?
Thanks to adgoodness

La HotList di AdWeek


AdWeek ha rilasciato la HotList del 2007, la lista dei siti migliori per performance e contemporaneità presenti oggi sul web. E' interessante notare che nella top ten ci siano media company come Disney grazie al social network dedictao ai teen e ci sia Discovery.com dove è possibile realizzare un proprio documentario utilizzando i video di Discovery e quelli uploadati dagli utenti.
Delle old media company ci sono quasi tutte: News Corp., Disney, Discovery; mancano due grosse realtà che rischiano di perdersi nel passaggio della multicanalità, cioè Viacom con MTV e Turner con CNN.
Una da tenere d'occhio? BusinessWeek!

lunedì, settembre 10, 2007


Photo by Designer Nod
just even seen in HK by day and by night


Il social network più importante nel web, My Space ha recentemente rilasciato la nuova versione del canale TV: MySpaceTV, di cui il colosso News Corp., a cui fa capo, potrà utilizzare come piattaforma su cui distribuire i propri contenuti video.

Lo ha recentemente già fatto con sperimentazioni su i 61 milioni di utenti del social network.

Fox Interactive Media che gestisce il social network ha recentemente comunicato che nel prossimo anno fiscale stima di guadagnare circa 1 miliardo di USD da MySpace.

Per le media company di oggi sono due i fattori chiave: creare dei contenuti di valore e distribuie questi contenuti su differenti piattaforme distributive.
Più informazioni per il caso di MySpace.

lunedì, settembre 03, 2007


NY 5th Avenue, originally uploaded by crisnul.

La città di New York e BBH accolgono i turisti con l’adv “Just Ask The Locals”
Il sindaco Michael R. Bloomberg ha lanciato la prima fase di “Just Ask The Locals”, la prima campagna pubblicitaria e di marketing rivolta ai turisti che coinvolge tutti e cinque i distretti
di New York. La campagna comprende affissioni esterne nei cinque distretti della città, un nuovo
sito web interamente dedicato alla sfera del turismo e tanti suggerimenti
su come muoversi agevolmente per la città forniti da grandi celebrità di New York e disponibili
per tutti i turisti su una linea telefonica predisposta per l’occasione.

giovedì, agosto 30, 2007


Bangkok, Vietnam e Hong Kong; una cosa in comune tra le differenti società: il telefonino.
Ogni abitante ha con se, come status il proprio telefonino, di ultima generazione; ultima suoneria, e sempre con il telefonino in bella vista.

CHARGED, un periodico distribuito in asia, dedicato al business del "mobile lifestyle"
more infos at: http://www.charged.mobi/

venerdì, agosto 03, 2007


Nel mese di agosto il blog avrà delle influenze asiatiche, vietnamite.

mercoledì, agosto 01, 2007


TRAVELLEERS. Conseguenza dell'evoluzione del web, nascono social network -user generated- verticali, su specifiche aree tematice, in questo caso con l'estate è arrivato (appena nato) Travelleers, presente con un proprio account su YouTube e MySpace.


The Internet Map, enjoy!

sabato, luglio 28, 2007

PEW RESEARCH ha pubblicato una ricerca sul mercato americano, che analizza la fruizione dei video online. L’immagine che ne emerge non credo sia coì distante da quella dellla popolazione italiana che possiede una connessione adsl.

Qui un’estratto:

Three-quarters of broadband users (74%) who enjoy high-speed connections at both home and work watch or download video online.
Young adults (those ages 18-29) are among the most voracious video viewers. Three-in-four young adult internet users (76%) report online consumption of video, compared with 57% of online adults ages 30-49. Less than half (46%) of internet users ages 50-64 watch or download video and just 39% of those age 65 and older do so.

The desire to share a viewing experience with others has already been a powerful force in seeding the online video market. Fully 57% of online video viewers share links to the videos they find online with others. Young adults are the most "contagious carriers" in the viral spread of online video. Two-in-three (67%) video viewers ages 18-29 send others links to videos they find online, compared with just half of video viewers ages 30 and older.
Most online video viewers prefer professionally-produced video over content “produced by amateurs.”
Overall, 62% of online video viewers say that their favorite videos are those that are professionally produced, while 19% of online video viewers express a preference for amateur content.


Qui la ricerca:
http://pewinternet.org/pdfs/PIP_Online_Video_2007.pdf

E’ interessante notare come esistano ancora realtà editoriali lontane o restie a queste evidenze.

giovedì, luglio 26, 2007


Creare un contenuto e distribuirlo su differenti piattaforme del web 2.0
Ecco cosa ha fatto Nike.

mercoledì, luglio 25, 2007



Sync - video powered by Metacafe

Quanti frame saranno?

lunedì, luglio 23, 2007


Distribuire il proprio contenuto su differenti piattaforme; anche per i politici, il modo di comunicare in questa modalità e' quella da seguire.
La propria TV su YoutTube, il proprio blog, l'account su MySpace e Flickr, la propria sede virtuale su Second Life dove incontrare gli avatar.
C'è chi utilizza questi strumenti sfruttando la notorietà che da ad esempio essere su Second Life, e c'è chi lavora con questi strumenti come attività sperimentali, per comunicare allo stesso livello dei propri elettori, per sperimentare attività di democrazia partecipativa.
La massima espressione di un politico Web 2.0 è Obama Barack con una sua Web TV, e account su i principali social network del web, un esempio in italia è Gianfranco Miccichè, presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana; in Italia un'altro interessante esempio è il blog di Paolo Gentiloni.

giovedì, luglio 19, 2007


Per chi volesse fare il nuovo spot di PAGO, questo è il brief.

martedì, luglio 17, 2007


Opinion Leader, da qualche mese indaga sul mondo di Internet e dei media digitali.
Tra le ultime dichiarazioni anche quella di Renzo Rosso


Basta un gesto...Diego Cammarata, sindaco di palermo, discute con Francesco Musotto, presidente della provincia di palermo
Thanks to Rosalio

giovedì, luglio 12, 2007


Un evergreen del web 2.0

domenica, luglio 08, 2007


Pensate al Gay Pride Europeo.
Immaginate che una multinazionale richieda ad una rappresentana dei propri dipendenti gay di andarci, spesati dall'azienda; e visto che sono in tanti, e proprio perchè al Gay Pride si fa festa, la multinazionale organizza un pullman con DJ e coreografie.
Immaginate che questa cosa sia vera. Pensate a Google.


In Italia MTV produce concerti live da anni. Questo e' il primo live realizzato negli uffici di MTV Multimedia, ed è un concerto in esclusiva per il web, per MTV.it.

venerdì, luglio 06, 2007


Claudio, Alessio ed Alberto a pranzo a base si iPhone.

giovedì, luglio 05, 2007


"Il mondo dei media e dell'advertising fatica ad adattarsi alle nuove sfide dell'era del digitale perchè è in mano a gente anziana come me"

Martin Sorrell


«Siamo la Apple dell’auto e la 500 è il nostro iPod. La Fiat non creperà più: ora dobbiamo diventare i migliori»
Sergio Marchionne.

Thanks to luca

venerdì, giugno 29, 2007


Mastercard ha stilato la classifica -50 leading centers of world commerce-, qui di seguito le prime venticinque:

  • London
  • New York
  • Tokyo
  • Chicago
  • Hong Kong
  • Singapore
  • Frankfurt
  • Paris
  • Seoul
  • LA
  • Amsterdam
  • Toronto
  • Boston
  • Sydney
  • Copenhagen
  • Madrid
  • Stockholm
  • San Francisco
  • Zürich
  • Atlanta
  • Miami
  • Houston
  • Washington D.C.
  • Berlin
  • Milan

Due rilevanze, la prima è il chiaro avvento di Londra su NY, la seconda è l'equilibrio mondiale sulla ridistribuzione dei centri del business; se si dividesse il mondo economico in: US, Europa ed Asia (inclusa l'Australia), le 25 città sarebbero ben distribuite per il globo.

mercoledì, giugno 27, 2007

Bellissimo testo di Maurizio Sala.
Buona lettura.

Considerazioni 2.0

"Voglio aumentare il numero dei miei utenti: apro su Second Life."
"Voglio dialogare col mio pubblico: chiediamo loro di girarsi un
video e di postarlo sul nostro sito".
"Non ho soldi per andare in tv: facciamo un video virale e postiamolo
in rete".
Sono tre desideri legittimi di un'ipotetica azienda di oggi, e sono
tre soluzioni sbagliate a quei desideri.
Second Life ha circa 6 milioni di utenti su scala globale e mai più
di 20.000 visitatori in contemporanea da tutto il mondo. Per
navigarlo devi scaricarti un player e poi fare un tot di esercizio se
vuoi muoverti lì dentro senza sembrare un avatar alticcio.
Sono tutte barriere colossali ai fini di un afflusso cospicuo di
traffico, e se quello è il traguardo desiderato andare su Second life
non serve. Serve molto, viceversa, come elemento d'immagine che
qualifica il brand attraverso la sua presenza in quel luogo. Un po'
come avere una vetrina a Beverly Hills: fatturato risibile ma brand
reputation alta.
La morale è che Second Life va usato per questo obiettivo e non per
l'altro.
Ma devi saperlo.
YouTube ha ampiamente fatto proseliti e ormai sono centinaia i siti
che chiedono il contributo video di Users Generated Content.
Debuttare oggi con la medesima richiesta ci metterebbe in coda con
tanti altri che chiedono la stessa cosa, e visto che la gente ha due
mani e solo qualche ora al giorno a disposizione per giocare con
telecamera e cellulare fuori dal lavoro o da altri legittimi impegni,
a quanti siti-di-mandami-il-tuo-video può rispondere positivamente?
Certo non a molti e probabilmente quelli che sono già in rete hanno
un vantaggio su chi arriva ora. Morale: pensiamoci bene prima di
partire oggi con un modello del genere e poi finire con pochi
contributi fra le mani a fronte di aspettative nettamente maggiori.
Ma devi saperlo.
Costruire un meccanismo virale è cosa molto complessa. Servono
insight psicologici potenti sui quali agire, serve una conoscenza
profonda del proprio target e delle modalità con le quali si
relaziona alla rete, serve una competenza creativa notevole perché
ciò che va generato è un gradimento così alto da spingere un essere
umano a farci da portavoce presso altri esseri umani mettendoci la
sua faccia. Serve poi sapere dove e come seminare il video perché la
viralità scatti nel modo più fluido. Serve che tutto questo sia
appoggiato su una qualità esecutiva tale da incoraggiare l'invio e
non scoraggiarlo. Insomma serve mettere in piedi un meccanismo di
lavoro sofisticato e professionale, equivalente ma vorrei dire
superiore al livello di competenza necessario per creare e varare uno
spot. Morale: ridurre tutto questo a una semplice opportunità di
money saving è un autogol annunciato.
Ma, anche questo, devi saperlo.
La morale delle morali è che oggi il web è tutto meno che below the
line, come da molti considerato nel nostro Paese. A questo punto del
suo sviluppo stiamo parlando di un insieme complesso di modelli
possibili di comunicazione, ognuno con modalità specifiche di
interazione, linguaggi propri e conseguenti opportunità di presenza
globale e significativa per la marca che volesse approfittarne.
C'è il mondo del Search, il mondo degli ambienti virtuali, il social
software, i mainstream media, le piattaforme di e-commerce.
Ognuna di queste realtà è un pianeta a sé stante e al tempo stesso
interagente con gli altri. Ognuna di queste realtà presenta canali
utili alla comunicazione corporate. Canali che funzionano in modo
proprio e peculiare, che hanno un loro momentum ottimale che non dura
per sempre. Perciò, o li conosci davvero per quello che sono e ti
comporti di conseguenza o rischi di mancare l'obiettivo.
Inoltre, e questo amplifica la complessità del sistema, è un mondo
diversificato che cambia velocemente.

Il web di Giugno 2007 è
profondamente diverso dal web del Giugno 2006, e qualcosa mi dice che
a Cannes 2008 parleremo di modalità che adesso non esistono neanche.

Conclusioni:

"il mio amministratore delegato non crede a Internet" è
una frase preistorica che speriamo di non sentire più sui tavoli
riunione.

"Il mio advisor dice che il vostro costo orario è alto" è
un suicidio di marca in diretta che andrebbe evitato, visto che
stiamo parlando di operazioni che creano alto brand value attraverso
professionalità composite e sofisticate, per questo non riconducibili
a listini da colf.

Infine, "Vi taglio per l'ennesima volta le
commissioni d'agenzia ma voglio che mi portiate nuove competenze
multimediali" è un interessante paradosso italiano contemporaneo che
non trova spiegazioni plausibili, a meno di credere che la creazione
e formazione di nuove professionalità non nasca dall'investimento
finanziario strutturale ma piove dal cielo in forma copiosa e gratuita.

Chiudo parafrasando un vecchio titolo dell'adv classica: Web is the
beef?

La risposta oggi è si, senza dubbio.
E allora comportiamoci di conseguenza.

Maurizio Sala