mercoledì, aprile 12, 2006


...mi chiedo chi non se lo aspettava diverso...

10 commenti:

Anonimo ha detto...

come ha detto Andreotti..meglio dardi che mai...ma io dito a te quando ti prendono...

Anonimo ha detto...

Guardate cosa mi hanno segnalato!!!! Mai avrei pensato che esistesse un sito del genere http://www.bernardoprovenzano.net/

Dobbiamo aver paura della coincidenza della data dell'arresto con l'esito elettorale? Casualità o cosa?

Anonimo ha detto...

che casualità !!!
se arrestavano prima .... determinati voti rimanevano illusioni o si sarebbero spostati in altra direzione !
.... dove hanno prese il Super Boss c'èrano dei fac-simili di Cuffaro ! ma è una semplice coincidenza ! figuriamoci ....

Anonimo ha detto...

Mirate amigos..
http://www.independent.co.uk/
The Independent: "Addio al Padrino"

"Fine della storia per il Padrino", è il titolo con il quale il quotidiano inglese "The Independent" accoglie il risultato delle elezioni in Italia. Lo stesso giornale aggiunge un "catenaccio" piuttosto allusivo: "E in Sicilia arrestato il capo della mafia"

Anonymous ha detto...

Un volto reinventato tante volte al computer, racconti di una vita che mescolavano verità e leggende, i pizzini che in barba alle nuove tecnologie continuavano a sopravvivere e l’arresto. Il mandante della strage di Capaci, la mente degli omicidi di Falcone e Borsellino è in isolamento nel carcere di Palermo. E come se il monumento che ti guarda percorrendo la strada per l’aeroporto, oggi abbia un senso diverso, simbolo di una Sicilia pulita, di un’Italia pulita, di un mondo pulito.

Ma poi leggo i giornali, la cronaca racconta l’accaduto, registrando la surreale tranquillità con cui è stata condotta l’operazione. E ancora, la calma del boss, e sul suo volto, ormai svelato, vedo quasi la stanchezza della latitanza e l’atteggiamento di chi ha compiuto il suo compito ed ha abdicato in favore del suo successore. E poi, un racconto di poche pagine intitolato “La cattura di Binnu” scritto 5 anni fa da Renato Azzimari e pubblicato il giorno dopo le elezioni del 2001, che aveva già previsto luogo e modalità della cattura. Ed ho paura, paura che questa storia infinita e misteriosa che è la mafia controlli tutto, sia collusa con tutta la politica senza distinzioni di sorta e che non ci siano casualità.
E mi chiedo quanto forte sia Cosa Nostra e se sia tanto forte da decidere anche quando è il momento di far arrestare il suo capo storico e di cambiare i vertici. E vorrei che la risposta fosse:
NO. NON È COSÌ FORTE.

leoluca ha detto...

Anonymous ...
quello che vorresti tu lo vorrei io e tante altre persone ... giovani come noi stanchi di questa astiosa ignoranza che soffoca la cultura della ns. sicilia e non solo !
Ma aimè non è così semplice !
Oggi la mafia si trova nei palazzi del potere !!!!

Anonymous ha detto...

Sai Luca, io non so cosa significhi vivere in Sicilia, per me terra di vacanze, non so cosa possa essere condividere una realtà che tutti criticano, tutti maledicono ma poi tutti accettano. Ma ho ancora impresso nella mente quel pomeriggio milanese di maggio con l'edizione straordinaria della strage di Capaci. Tu avrai sentito le sirene dal vivo ed io dalla tv ma lo sdegno attraversa i confini, e tutto fa più paura quando si prende coscienza che la mafia non è solo in Sicilia. A questa terra appartiene l'immaginario descritto nel padrino, che fa favoleggiare, che fa sdrammatizzare, ma poi restano i morti, morti voluti da una ragnatela infinita.
Ho letto di questo odio che hai contro Orlando e contro Cuffaro, e poi li vedo l'uno a destra e l'altro a sinistra.
E sogno di non dover più provare disprezzo di fronte ad una lapide e di ridurre cosa nostra a battute spiritose come "bacio le mani".

Anonimo ha detto...

votate borsellino....sicuramente se ci pensate bene..ma veramente bene...vi rendete conto che schifo questo cuffaro

leoluca ha detto...

Cuffaro farà anche schifo ma è un grande politico ! da questo punto di vista lo stimo e tanto ...
Vi ricordo che è stato l'unico ad essere tempi fa assessore regionale all'Agricoltura sia col governo di sinistra che di destra ... per poi diventare Presidente della Regione !
ciò significa, grande trasversalista ... e moderato! poi per quanto riguarda gli altri aspetti, preferisco non proferire parola.-

Anonymous ha detto...

Le valutazioni contro o pro, ma con riserva, sui politici siciliani menzionati, mi portano a pensare che sempre più spesso il voto risulta essere un voto negativo più che positivo. Voglio dire che probabilmente, la maggiorparte di noi non si è recata alle urne con un giudizio totalmente favorevole alla coalizione per cui avrebbe votato, e le considerazioni magari sono state del tipo: non mi piace ma devo votare contro l’altro…oppure… voto per il meno peggio.. o ancora...voto ma questo alleato fa schifo. Anch’io non ero felice del candidato premier del centro destra, ma non avrei mai votato dall’altra parte.
Il voto positivo sembra essere un'utopia.

Ma mentre questi signori che si sono candidati a rappresentarci, continuano in un perfetto equilibrio così come richiede lo scenario che si è delineato, a spararle grosse, a litigare, a cercare di mantenere o conquistare poltrone (ultima udita: Rizzo rivolto a Capezzone “Stai zitto ragazzino che coi pochi parlamentari che hai ottenuto non puoi parlare!!!”),…. io ho la certezza che l’odio che la tv ci trasmette non si riflette tra la gente, almeno quella dotata di intelletto. E continuo a volere che ci siano persone che la pensino in maniera differente dalla mia e continuo a volere che parlino e continuo a volerle ascoltare.